Nella finale del torneo Atp 500 di Halle 2022 Hurkacz batte in due set e in modo netto Medvedev

22 Giugno 2022
Sandro Columbaro

Con la vittoria nella città tedesca il polacco ha confermato di essere un talento su questa superficie e si candida come uno dei protagonisti per lo Slam londinese.

Nella Owl Arena della città tedesca si è disputata la finale tra Daniil Medvedev (1) e Hubert Hurkacz (5) che ha battuto in modo netto il moscovita. Daniil che sta migliorando il rendimento sull’erba, ricordo che vinse nel 2021 il torneo di Maiorca e la settimana scorsa ha fatto finale a s-Hertogenbosch, nulla ha potuto con il polacco che ha un gioco naturale per questa superficie.

Nel primo set Hubert in venti minuti è andato avanti 5-0 con due break a favore e ha chiuso in modo perentorio al settimo game, con il russo molto nervoso e fallosissimo. Anche la seconda frazione è stata abbastanza a senso unico con il polacco che continuava a costruire un tennis perfetto senza concedere nulla e con il moscovita che è stato costretto ad inseguire nel punteggio e a fare gli straordinari per cercare di avere qualche opportunità di tornare in partita.

Match che ha chiuso Hurkacz al decimo game dimostrando con il gioco prodotto che potrà essere uno dei player protagonisti sui campi di Church Road.

Hurkacz ha eliminato nell’ordine il qualificato Cressy, Humbert, Auger Aliassime (4) e Kyrgios in semifinale. Dopo aver superato al primo turno in tre set il venticinquenne statunitense di origine francese Cressy, un player che fino al 2019 ha fatto esperienza nei College degli Stati Uniti, ha eliminato in due set, il primo al tie-break, Humbert il detentore del titolo che dopo aver raggiunto nell’ottobre 2021 la sua migliore classifica di n°25, ha iniziato la prima parte del 2022 facendo pochissimi risultati che lo hanno fatto scendere oltre la centesima posizione.

Ai quarti di finale Hubert ha eliminato il suo amico Auger in due set molto combattuti ed entrambi finiti al tie-break. Nelle due frazioni, molto equilibrate, dove hanno dominato i servizi, ha prevalso la miglior adattabilità del polacco a scambiare su questa superficie, con azioni in contropiede e discese a rete che è riuscito a contenere il gioco aggressivo e potente del canadese.

In semifinale Hurkacz ha battuto in rimonta l’australiano di Canberra Kyrgios che ha avuto il merito di battere al secondo turno Tsitsipas (2). Dopo un primo set con pochi scambi e punti molto veloci vinto dall’australiano, più attento in risposta, grazie al break ottenuto al nono gioco, le successive due frazioni hanno visto prevalere il player di Breslavia che le ha vinte entrambe al tie-break. Hubert ha giocato i jeu decisif in modo attento servendo e rispondendo benissimo e dando poche possibilità negli scambi all’australiano.

Medvedev ha eliminato nell’ordine Goffin, Ivashka, Bautista (7) e in semifinale Otte.

Daniil dopo aver sconfitto Goffin al quale ha lasciato solo cinque game, ha superato nel turno successivo il bielorusso Ivashka. Il match tra giocatori che non parteciperanno a Wimbledon per i noti motivi, ha visto il moscovita vincere il primo set al tie-break condotto con attenzione e determinazione avendo rischiato di perdere la frazione e il secondo al nono gioco dopo che avanti 4-1 ha avuto la palla del doppio break non sfruttata. Il moscovita ha dovuto utilizzare l’arma del servizio per evitare di far rientrare l’avversario ed allungare un match che sembrava finito.

Medvedev ai quarti di finale ha battuto per la prima volta in carriera Bautista. Nonostante il risultato abbastanza netto, solo sei giochi vinti dallo spagnolo, il moscovita ha dovuto annullare nel corso del match nove palle break. La vittoria di Daniil contro il player di Castellon de la Plana, che ha ottenuto il miglior risultato della carriera su questa superficie raggiungendo la semifinale a Wimbledon 2019, è sicuramente dipesa sfruttando la propria forza mentale unita ad una buona prestazione al servizio molto potente e robusto.

Anche l’incontro di semifinale con il tedesco Otte ha visto prevalere abbastanza agevolmente il moscovita. Nel primo set il giocatore di Colonia ha avuto quattro occasioni che non ha saputo convertire contro una sola del russo. Daniil è stato bravo a recuperare da 3-5 per chiudere la frazione al tie-break. Nel secondo set, chiuso al nono gioco, il break decisivo a favore del player di Mosca è arrivato al sesto game.

Nessun italiano era presente sia nel tabellone delle qualificazioni che in quello principale.